Archivio | tradizioni d’italia RSS feed for this section

confettura di pomodori verdi

1 Set

Ho conosciuto tramite radio capital un blog molto carino che si chiama ecocucina ovvero un laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero (www.ecocucina.org)

Confettura di pomodori verdi

Per 4 vasi da 250 ml.
1 kg. di pomodori verdi – 400 gr. di zucchero di canna – 2 limoni non trattati – 1/2 bicchiere di rum – un baccello di vaniglia

<!– –>Lavare i pomodori e tagliarli a pezzetti non troppo piccoli dopo aver eliminato i semi*. Metterli in un recipiente, cospargerli con lo zucchero, coprire con la pellicola  e passare in frigo, a riposare, per una notte.Trasferire i pomodori, con il succo che nel frattempo avranno rilasciato, in una casseruola.Sbucciare al vivo i limoni per ottenerne la polpa e aggiungerla nella casseruola insieme al baccello di vaniglia inciso nel senso della lunghezza e al rum.Portare ad ebollizione, abbassare la fiamma al minimo e portare la confettura alla giusta densità, schiumando quando serve.Una volta pronta, eliminare il baccello di vaniglia e invasare la confettura bollente. Capovolgere i vasi e lasciarli capovolti fino al raffreddamento.Attendere 30 giorni prima di consumarla. Si conserva per 8-9 mesi.

* per quanto riguarda l’operazione eliminazione semi, ho provveduto a farla circa a metà cottura quando i pomodori, una volta ammorbiditi, li hanno rilasciati spontaneamente e  ho potuto raccoglierli facilmente con una schiumarola a rete: basta mescolare  per farli salire in superficie.

piesse: ma qualcuno mi sta leggendo?

<!– –>

Annunci

il pranzo della domenica

3 Giu

 

 

Molto probabilmente vi starete domandando: cosa farò oggi a pranzo?  io ho un suggerimento molto sfizioso: Insalata di asparagi e patate novelle.Questa ricetta io l’ho presa dalla mia amica belga Sigrid Verbert (www.cavolettodibruxelles.it).

Dunque, qui abbiamo un po’ di patatine novelle lavate e cotte al vapore per una decina scarsa di minuti (tagliando a metà quelle un pochino più grandi e lasciando intere le patate nane), un po’ di asparagi, cotti al vapore pure loro, per 2 minuti, poi rinfrescati subito sotto l’acqua fredda. E poi condimento sfuso tra capperi, buccia di limone grattugiata, fleur de sel, pepe nero e olio evo.

 

ricetta & photo  © sigrid verbert http://www.cavolettodibruxelle.it http://www.sigridverbert.com

challah (pane ebraico)

20 Apr

Il challah viene solitamente servito il giorno dello shabbat e all’occasione degli altri giorni di festa. In genere vengono posati due pani, a forma di treccia più o meno complessa, su una tovaglia tradizionale ricamata, a simbolizzare la manna. Il challah è un pane ricco, con una mollica abbondante, a metà strada tra il pane bianco e la brioche. Si può consumare con i piatti agrodolci della tradizione ebraica o, più semplicemente, a collazione, con marmellata.

farina 500g uova 2 burro 6 cucchiai sale 2 cucchiaini lievito fresco 20g acqua tiepida 2 dl zucchero 2 cucchiai

per la glassa: tuorlo 1 acqua 1 cucchiaio semi di papavero 1 cucchiaio

Setacciare la farina e il sale sul piano di lavoro. Mescolare il lievito con l’acqua e lo zucchero. Scavare un pozzo in mezzo alla farina e versarci il composto al lievito. Aggiungere il burro a pezzetti e le uova e impastare gradualmente tutto quanto. Impastare per 10 minuti su un piano di lavoro spolverato con della farina fino a ottenere un impsato liscio e elastico. Porre l’impasto in un recipiente unto con poco olio, coprire con un foglio di pelicola unta anche lei e far lievitare per un’ora fino a quando il volume dell’impasto si sarà radoppiato. Riprendere il panetto e impastare nuovemente per pochi minuti. Rimettere a lievitare per un’ora. Reimpastare e dividere l’impasto in tre pezzi uguali, srotolarli per formare tre cilindri lungho una quarantina di cm. Su una teglia rivestita con carta da forno formare una treccia, coprire di nuovo con pellicola oleata e lasciar lievitare per 45 minuti. Scaldare il forno a 200°. Sbattere il tuorlo con l’acqua e spenellarne la superficie del pane, distribuire poi i semi di papavero. Cuocere il pane per 35-40 minuti finché sia bello dorato e farlo rafreddare su una grata.

Cake al parmigiano

16 Apr

Volevo iniziare questa settimana con una ricetta semplice e gustosa.Questo piatto,secondo me,va servito a merenda! Pero e’ anche buono a pranzo.Ci tengo a precisare che CAKE non si traduce letteralmente torta,ma e’ il plum cake! 🙂

Cake al parmigiano

3 uova intere
burro morbido 150 grammi
sale qb
farina 250 grammi
2 cucchiai di “pane degli angeli”
parmigiano 150 grammi

Mettere le uova,il burro,la farina e il sale dentro una ciotola.mescolare bene.Aggiungere all’impasto i 2 cucchiai di pane degli angeli e il parmigiano.Intanto fate riposare l’impasto e imburrate la teglia.Dopo aver imburrato la teglia versate l’impasto.Mettete la teglia in forno per 25 minuti a 200 gradi